Archivi categoria: Fotografia digitale

Street Photography

Ciao amici e amiche del mio blog . In questo momento sono spaparanzata sul divano con lo stomaco pieno del pranzo pasquale . Ogni anno , anche io nonostante la mia veneranda età, ricevo il Kinder Sorpresa da mia madre . Sarò sempre una bambina per lei . Beh , quest’anno le sorprese secondo me non erano un granché .

Stranamente il dolore che avevo al ginocchio è scomparso . Sarà che è da due giorni che sono a riposo . Forse questo dolore è dovuto al fatto che ho usato le scarpe non adatte per la camminata sportiva , oppure perché ho fatto troppi km di marcia . Mi trovo molto bene con le scarpe della Nike .

Secondo la tradizione italiana , a Pasqua i bambini ricevono uova di cioccolato oppure uova sode colorate .Mi piace sia il cioccolato al latte che quello fondente .  Abbiamo aperto cinque uova e con la cioccolata avanzata preparerò in settimana una torta . I pezzettini di cioccolato fondente li metto anche nello yogurt naturale per i miei spuntini .

Tutte le fotografie di questo post le ho realizzate oggi . Dopo pranzo ho fatto una passeggiata fotografica . Mi piace osservare le persone che sono rilassate e felici in un giorno di riposo . Di solito domenica , nei centri delle città le persone sono vestite bene e pulite .

La colomba è il dolce tradizionale di Pasqua . Secondo la mia opinione personale la migliore colomba che ho mangiato quest’anno era quella della Balocco , invece come uovo di cioccolato il migliore era quello di Caffarel che aveva come sorpresa una sacca porta oggetti , che almeno è una cosa utile .

Invece come vino , oggi ho bevuto del vino bianco . Mia madre aveva acquistato presso il supermercato Simply la bottiglia che vedete nella foto sopra solo perché c’era scritto il mio nome 😀 .Beh, questo vino bianco che si chiama  Capsula Viola  era buono ed è di produzione dell’anno 2015 .

In questi giorni di festa sto leggendo il libro scritto da Marco Lillo che si chiama Il Potere dei Segreti . Sono una lettrice del Fatto Quotidiano in versione cartacea da un po’ di anni . Secondo la mia opinione personale penso che questo quotidiano fa informazione vera , con inchieste, fatti e opinioni di giornalisti che stimo e ammiro come Marco Travaglio , Peter Gomez eccetera .Poi dopo essere andata in edicola , mi sono fermata a bere un caffè al bar e ho trovato per puro caso una coppia che passeggiava felice da fotografare .

Mia figlia ha trovato nel suo uovo il braccialetto che vedete nella foto sopra .Anche se sono atea , mi piace festeggiare le feste della religione cristiana . Penso che in Italia si senta molto l’atmosfera di festa .Mi sento turista del luogo dove vivo . Sarà che sono curiosa e non mi annoio facilmente perché ogni giorno faccio fotografie di strada. Le più belle fotografie di strada che ho fatto non posso pubblicarle , me le tengo per me .

Invece dopo la messa , in piazza ho assistito per la prima volta ad un rituale . Le colombe che vedete nella gabbia , sono state liberate da un prete . Le persone erano tutte pronte a fotografare con telefonino il momento clou . Ho fatto anche un po’ di foto , ma sono venute sfuocate . Per realizzare delle foto decenti dovrei trovarmi in un luogo con meno persone possibili . Poi avevo con me delle borse , insomma è stato un po’ complicato fare delle fotografie di buona qualità.

In Italia , quando ci sono le festività religiose la maggior parte dei negozi è addobbato . Ho fotografato questi pulcini finti che sembrano veri .

Con queste fotografie Auguro a tutti i visitatori del blog Buona Vita .

Ps. Per una migliore visione delle fotografie consiglio di cliccare sopra per vederle in formato grande .

Fotografie e opinione di Violeta Dyli Copyright , Aprile 2017.

 

 

Crespelle Primavera con pesto genovese e zucchine per Pasquetta

Ciao amici e amiche del mio blog . Questi giorni di festa non faccio la camminata sportiva  perché mi fa male il ginocchio destro . Sto usando l’antidolorifico e del ghiaccio . Il dolore sta scomparendo e da martedì ritorno di nuovo a fare i miei 10000 passi in 1 ora di camminata . Oggi ho preparato le crespelle . Se non avete fretta di leggere vi lascio scoprire  la mia ricetta in modo più breve possibile .

Per questa ricetta ho usato questi Ingredienti :

Farina 20 cucchiai, 7 uova, 8 zucchine come quelle che vedete nella foto di questo post , olio d’oliva 4 cucchiai, burro , formaggio fresco la crescenza 150 grammi, yogurt greco colato 150 grammi, pepe nero, sale quanto basta , 120 grammi di pesto genovese  e latte 1 litro. Spero di non essermi dimenticata di scrivere tutto gli ingredienti che ho usato perché sono un po’ troppi questa volta 😉 

 Preparazione

Per prima ho lavato  le zucchine e le ho tagliato a dadini piccoli . In una padella ho versato l’olio d’oliva , le zucchine ,sale e pepe . Faccio rosolare tutto per bene e quando le zucchine diventano tenere e croccanti, le metto da parte in modo che raffreddano .

Nel frattempo ho preparato le crespelle . In una ciotola ho versato cinque uova , le ho sbattute con il frullatore elettrico e poi ho aggiunto il latte , la farina , sale e un po’ di pepe nero . Prima ho girato tutto con un cucchiaio , poi con il frullatore elettrico tutto è diventato liscio e senza i grumi della farina . Ho acceso la fiamma della cucina a gas e ho fatto scaldare la piastra che uso per la cottura delle crespelle . Ho imburrato la piastra e quando è calda verso un mestolo per volta del  preparato per le crespelle . Quando è cotto sotto , lo giro per farlo cuocere anche dalla parte sopra . Ho fatto così finche ho usato tutto l’impasto che ho preparato .

Ora che le crespelle sono pronte per essere riempite ho preparato la crema del ripieno . Ho versato dentro le zucchine raffreddate , il pesto genovese che avevo acquistato già pronto al supermercato, le uova, il formaggio crescenza, lo yogurt greco colato, sale e pepe. Con il mixer per alimenti l’ho frullato  finché è diventato tutto cremoso . Prendo una forma di crespella e verso della crema,  poi lo rotolo .

Prendo una teglia e verso per prima un po’ di olio e poi la crema . Sopra ho appoggiato  le crespelle ripiene con la crema e alla fine verso della crema che sembra di essere besciamella  .Nella foto sotto è la teglia pronta per essere inserita nel forno .

Ho acceso il forno a 190 gradi e ho inserito la teglia nel forno coperto con la carta da forno . Dopo 25 minuti è pronto per essere servito a tavola . Dopo aver mangiato le crespelle ho preparato anche un dolce con delle fragole e panna montata . Ho pulito e tagliato le fragole e le ho lasciate  macerare per 1 ora in frigorifero con il succo di limone e lo zucchero a velo . Poi con il frullatore elettrico ho montato la panna che avevo acquistato al supermercato già pronta . Il risultato finale lo vedete nella foto sotto .

Per una migliore visione delle foto, consiglio di cliccare sopra per vederle in formato grande . Fotografie e ricetta di Violeta Dyli Copyright . Se la ricetta e le foto vi sono piaciute  potete condividerla , ma ricordatevi di citare sempre la maternità .

Ci vediamo presto .

 

 

 

20000 passi giornalieri e non sentirli

Ciao amici e amiche del mio blog , oggi sono felice perché con la camminata sportiva ogni giorno per me è diverso . Percorro nuove strade e il mio braccialetto fitness mi dice alla fine della giornata che ho fatto più di 20000 passi . Mi addormento serena . Noi donne che facciamo le casalinghe solo portando a spasso i cani ogni giorno facciamo senza accorgercene  circa 4 km . Anche facendo la scale , oppure se andiamo a fare la spesa, camminando al supermercato nelle corsie , e facendo i mestieri di casa facciamo in media altri 4 km senza accorgercene . Poi se si fa anche la camminata sportiva di circa 10.000 passi si arriva tranquillamente a fine serata che abbiamo  percorso circa 20000 passi  come se niente fosse . Oggi a pranzo ho preparato una teglia di parmigiana di melanzane . Ogni mamma e nonna ha la sua ricetta segreta . Io lo preparo a modo mio . Non vi racconto la ricetta nei dettagli . Se volete potete immaginarla .

Vi dico solo gli ingredienti che ho usato che sono :

7 melanzane di taglia media  , una cipolla rossa, 700 grammi di sugo di pomodoro , uno spicchio d’aglio , sale q.b., formaggio parmigiano reggiano 200 grammi , formaggio crescenza , 5 noci e olio di semi di mais  per la frittura delle melanzane .

Foto numero 1

Foto numero 2

Foto numero 3

Foto numero 4

Foto numero 5

Foto numero 6

Per chi mi segue da un po’ avrà capito che sono una buongustaia  . Uno dei miei piatti preferiti è la parmigiana di melanzane . Lo preparo anche il mese di agosto . Mi alzo al mattino presto e entro le dieci del mattino il mio fornello  è spento. Durante questi giorni  sono impegnata con le pulizie di primavera . Noi mamme che facciamo le casalinghe abbiamo il nostro bel da fare ogni giorno . Grazie per essere arrivati fin qui. Ci vediamo al prossimo post .

Fotografie di Violeta Dyli Copyright .

Post scriptum : Non ho un account a mio nome ne su Twitter e nemmeno su Instangram . Gli  unici social dove sono reperibile per il momento sono:  Facebook , Pinterest , WordPress , Google+ ,

Kik e iPage . 

 

 

 

A Febbraio San Valentino è di tutti

 

Ciao amici e amiche del mio blog . È da quasi un mese che non scrivo nulla qui . Non so il  perché ma in questo periodo non ho voglia di scrivere nel blog . Mi sono stancata . Cosa serve a scrivere se poi non cambia mai nulla ? Il mese di Febbraio è uno dei miei mesi preferiti perché questo mese  si festeggia San Valentino e il Carnevale .

Ieri mia figlia ha fatto la cresima . É stata una giornata di festa , la chiesa era piena di persone . Nella mia borsa avevo la mia macchina fotografica , ma non ho potuto fare foto perché poteva farle solo il fotografo che aveva il pass dalla parrocchia. Ogni giorno scatto foto . Oramai ,  la mia macchina fotografica è diventata parte di me .

Mio marito a volte pensa che io sia “malata” di fotografia . Capita che a volte non esco di casa , ma ogni giorno scatto foto ad ogni cosa anche se può essere irrilevante  per lui, per me può diventare un oggetto da immortalare e con un significato che non può essere per nulla banale . Mah domani è San Valentino e ci sono tante donne che se il loro fidanzato , marito o amante non le fa un regalo si offendono sul serio  . Pensate quante coppie si diranno addio da oggi a domani per una cosa così banale che può essere un regalo . Quindi mi raccomando , anche se siamo diventati tutti più poveri , basta poco per rendere felice una donna . Non serve spendere cifre folli per un regalo . So che mio marito legge il mio blog e se non sa ancora cosa regalarmi,  in  questo post troverà un po’ di idee utili 😉 .

Eh si adoro tutte le cose della Thun . Ho visto nel mio negozio dove vado di solito questa collana di perle . La trovo romantica . Costa soli 71 Euri e vendono anche l’anello e il bracciale della stessa serie . Si può regalare la collana a San Valentino , il bracciale  sì può regalare nell‘Uovo di Pasqua e l’anello per la festa di compleanno .

Questi giorni , se accendiamo la televisione  siamo bombardati dalla pubblicità di profumi . Io penso che i migliori profumi siano quelli francesi . Se volete regalare un profumo alla vostra amata , non vuol dire  che lei si offenderà perché pensate che puzza  , ma è un semplice gesto d’amore . Regalate solo il profumo che voi dovete testare per primi annusandolo in negozio prima dell’acquisto . Lo sapete che ci sono  profumi che tolgono il mal di testa , e fanno svegliare i sensi .

Noi donne non ci offendiamo mai se riceviamo in regalo un accessorio dei gioielli Pandora . Sono realizzati sia in argento oppure in oro . Quelli in argento costano di meno e sono veramente carini . Nella foto sopra ci sono dei bei braccialetti che si possono arricchire in seguito con nuovi ciondoli . Se la vostra donna ha già il braccialetto  potette scegliere un nuovo ciondolo e la farete felice .

Portare a cena la vostra amata il giorno di  San Valentino è un vero delirio . Sembra che tutti vogliono cenare fuori casa e i ristoranti sono pieni  . Io invece preferisco cenare a casa . Se sei bravo a cucinare mettiti alla prova e lei sarà davvero felice a portarti i pasticcini oppure una torta preparata dalle sue mani . Mi è capitato anni fà  quando ero fidanzata con un mio ex di ricevere l’invito per  andare a cena fuori e abbiamo aspettato più di un ora per ricevere una pizza . Il locale era pienissimo e il conto era pure salato . Sono curiosa e anche se la cena lo aveva offerto il mio ragazzo sono riuscita a scoprire quanto aveva speso . Ho sbirciato nella sua tasca quando eravamo a casa e ho guardato lo scontrino . Mi è sembrato davvero cara quella cena . Va bene che tutti i tavoli avevano la candela e un mazzo di rose per le coppie per rendere l’atmosfera romantica , ma secondo me  si sono approfittati . C’è tempo tutto l’anno per andare in pizzeria o ristorante oppure se proprio volete potete ordinare  la cena e farla arrivare direttamente a casa già pronta . Per la vostra donna sarà una bella sorpresa sopratutto per tutte quelle donne che lavorano con degli orari assurdi e tornano a casa stanche . Sono certa che la vostra amata apprezzerà molto il vostro pensiero .

Ci sono donne sposate che si incazzano se il marito spende dei soldi per le rose da regalare a loro  il giorno di San Valentino . In questo caso direi che serve una terapia di coppia perché siete in crisi . Non dovete essere così gelose da pensare male . Se vi vuole regalare un mazzo di fiori e perché al centro commerciale erano in offerta e avrà speso al massimo 8 Euri . È il pensiero che conta e non i soldi che ha speso . Diciamo che tutte le feste sono diventate commerciali e ogni occasione e buona per spendere per far girare l’economia . Noi donne sappiamo cosa regalare il giorno di San Valentino ai nostri uomini .  Vi faccio un elenco di cose che io ho regalato al mio uomo negli anni come ad esempio un libro cartaceo , una cena preparata da me a casa , un biglietto per il cinema , un intimo , un massaggio presso il centro estetico sotto casa , una cornice con dentro una foto di noi insieme , un cd con le canzoni della sua musica preferita , una sciarpa e guanti, e poi il regalo più bello è quello sotto le coperte . Il resto potete immaginarlo , il giorno di San Valentino non abbiamo scuse come il “mal di testa” perché basta poco per rendere felice il nostro uomo . 

 

Fotografie e opinione di Violeta Dyli  Copyright 

 

 

 

 

 

L’inverno sta arrivando

 

Mancano poche settimane all’arrivo dell’inverno . Mi piace l’inverno perché finalmente posso usare gli stivali , i  guanti , i  maglioni di lana e i pantaloni . Poi in questa stagione le giornate si accorciano e ci sono dei tramonti che non hanno nulla da invidiare al tramonto estivo che c’è in riva al mare.

La fotografia che vedete sotto è stata realizzata oggi alle ore 16:31 . Sono andata in  aperta campagna dove di solito viene coltivato il riso oppure i cereali . Per un fotografo di strada anche in inverno ci sono tante cose da fotografare . Le città sono tutte addobbate  con le luci di Natale che ci si diverte a fotografare nelle strade deserte di sera .

Poi oggi ho fotografo questo cane che si chiama Bella . La sua mamma , visto che fa freddo le ha messo un cappotto . In questo periodo vedo tanti cani che sono vestiti con un vestito simile al cane della foto. I miei cani sono Shitzu e  loro li vesto  solo quando piove con un impermeabile per proteggerli dalla pioggia . In inverno lascio crescere a loro il pelo così non soffrono il freddo quando li porto a passeggio .

Invece in estate che fa caldo li porto dal parrucchiere   dei cani  per tagliare il pelo . Loro soffrono il caldo, invece il freddo per loro è l’habitat naturale .

Non so voi lettori del mio blog , ma io ho già addobbato la casa con l’albero e il presepe .Quest’anno a Natale sarò a casa con la mia famiglia . Mia madre che è vedova trascorrerà il Natale con noi. Si dice che a Natale con i tuoi e  Pasqua con chi vuoi , ma a me piace festeggiare entrambe le festività con la mia famiglia . 

Le scuole saranno chiuse fino alla prima settimana  di gennaio e finalmente potrò trascorrere del tempo con le mie figlie . Le  voglio portare nel villaggio del Babbo Natale . Non hanno ancora preparato le lettera per Babbo Natale . Da quando ho smesso di fumare in data 27 Maggio 2016 anche l’acqua mi fa ingrassare . Sono felice che il 2016 sta finendo perché per me verrà ricordato come l’anno in cui ho smesso di fumare .

Mi piace l’inverno perché si dorme un po’ di più . Di solito dormo poco . Il lunedì la connessione adsl è andata in tilt. Penso di essere diventata un po’ internet “dipendente” perché sono andata nel  panico totale . Volevo leggere i titoli delle  notizie del giorno da google news  visto che il giorno precedente c’era stata la votazione per il referendum costituzionale.  Mi collego sempre  con il Tablet con il  wi-fi di casa  perché è senza sim . Sono talmente abituata a collegarmi quasi tutti i giorni e ho subito chiamato il servizio clienti del mio gestore del quale non dirò il nome perché non voglio fare pubblicità . Sono stati abbastanza cortesi a veloci a risolvere tutto .In poche parole bastava  solo spegnere il modem e riaccendere e per magia tutto funzionava .

Fotografie e opinione di Violeta Dyli Copyright 

 

 

 

Si possono pubblicare le foto dei figli sui social ?

Quando ero piccola i miei non avevano la macchina fotografica . Sono nata nel 1974 e della mia infanzia ho solo due foto . Mi ricordo che solo nei matrimoni dei miei parenti venivo fotografata nella foto di gruppo . Allora non c’erano i social . Quanti di voi che siete  nati dagli anni ’50 fino agli anni 2000 avete  in casa foto della propria vita dalla nascita fino all’età adulta ? Se controllate penso che la maggior parte di voi avrà una quantità di foto che può essere da un minimo di venti foto al massimo di ottanta e saranno le foto dalla vostra nascita fino ai 14 anni . Poi quando si diventa adolescenti si è timidi , non ci sente essere belli come modelli e in questa fase vi siete fatti fotografare con il sorriso finto alle feste di compleanno , ai matrimoni oppure in vacanza .

IMG_2326

Ora noi genitori quasi tutti abbiamo lo smartphone e il profilo su Facebook e altri social. L’estate scorsa quando ero al mare , vedevo sotto gli ombrelloni i genitori che scattavano le foto ai loro bimbi supplicandoli di stare fermi e di sorridere davanti allo smartphone. Ho osservato i loro volti e  sembravano infastiditi perché volevano continuare a giocare con la sabbia e secchiello.Sicuramente queste foto vengono condivise su Facebook con parenti e amici per far vedere i loro pargoli che si divertono al mare .Bisogna avere la buona abitudine di stampare le foto e conservarle . Se i miei genitori mi avessero fotografata quando ero piccola e avessero condiviso le mie foto sul loro profilo Facebook probabilmente ora li ringrazierei . Ci sono tanti genitori scettici che non condividono le foto dei loro piccoli sul social , invece ci sono tanti genitori che condividono le foto dei loro figli . Penso che a volte le foto e i video  con dei bambini diventano virali e ricevono moltissimi like . Bisogna capire cosa ne penseranno quando questi bambini diventeranno adulti se la cosa le farà piacere o meno . Per ora nessuno lo sa con certezza anche perché non ci sono ancora degli studi scientifici in merito . Nei paesi occidentali tutti i  fotografi professionisti che fotografano dei minori devono chiedere il consenso per iscritto dai genitori .Invece in altri paesi del mondo si possono fotografare i bambini nei villaggi , strade anche senza il consenso per iscritto . La fotografia diventa arte storica solo  se è realizzata in modo spontaneo , dove i soggetti non percepiscono la presenza della macchina fotografica .Questo ci hanno insegnato i grandi maestri della fotografia del 900. Ho visitato a Milano la mostra fotografica delle foto di Vivian Maier e lei ha fotografato tantissimi bambini sia nei parchi giochi e nelle strade . Se lei fosse viva , sarebbe stata impossibile a fotografare nell’Europa attuale , bambini senza chiedere il consenso dei genitori. Erano altri tempi si , ma con tutte queste restrizioni delle leggi attuali , la fotografia che attraverso le immagini ci trasmette emozioni muore .

IMG_1955

 

Testo e fotografie di © Violeta Dyli 

A che età i bambini possono iniziare a scattare foto ?

 

Faccio sempre fotografie in strada , ma la cosa più complicata è fotografare le mie figlie. Loro non stanno mai ferme . Tutte le foto che ho fatto a loro sono buffe. Cerco di fotografarle di nascosto , però mi beccano sempre . Mia figlia più piccola mi sembra interessata della fotografia anche se lei mi ha detto che da grande vuole fare la principessa . L’anno scorso che aveva quattro anni diceva che voleva fare la cuoca . Cambia idea ogni anno . Intanto è importante che lei si diverta a fare quello che le piace.

 

IMG_1719

Oggi vorrei parlare di un argomento che è nato ieri. Ero al parco giochi con mia figlia di cinque anni. Lei è abituata a vedermi sempre con macchina fotografica appesa al collo e tante volte è vicino a me mentre scatto fotografie . Ieri ho fotografato le margherite sui prati .Lei subito dopo mi chiedeva di osservare il display della macchina fotografica per vedere l’anteprima delle foto . Mia figlia è  curiosa e le ho detto che quando sarà più grande le regalerò una macchina fotografica così anche lei può fotografare le margherite.

IMG_1725

Poi siamo andate dal fotografo del paese a ritirare un po’ di foto che avevo deciso di stampare . Siamo uscite dal negozio e ci siamo sedute insieme in una panchina e vedere le foto appena stampate . Mia figlia mentre osservava le foto , ha riconosciuto se stessa , sua sorella , e i suoi compagni della scuola materna che avevo fotografato in una festa di compleanno . Mi ha detto che è bello vedere le foto che fa la mamma . Con un sorriso le ho detto che anche lei quando sarà un po più grande potrà fotografare tutte le cose che vuole conservare come ricordo .

 

IMG_1728

Viviamo in piena rivoluzione tecnologica e quasi tutti hanno lo smartphone . Mia figlia più grande che ha quasi dodici anni ha il suo smartphone , ma io la controllo sempre cosa fà con esso sempre alla sua insaputa altrimenti so già che si arrabbierebbe con me .Con il tempo anche se all’inizio non ero così convinta se fosse giusto che lei avesse uno smartphone  tutto suo perchè usava sempre il mio smartphone , mi sono resa conto che è una bambina  matura e lo usa in modo corretto . Guarda con esso i video su YouTube dei sui film preferiti , ascolta le sue canzoni preferite ,scrive su Whatssapp a sua nonna , quando vede dei gatti oppure  fiori li fotografa sempre . A scuola non lo porta mai perché è proibito e mi sembra giusto . Lo usa solo quando ha finito di fare i compiti . I bambini di oggi che crescono in presenza di smartphone , secondo me saranno più maturi dei genitori . Ho spiegato a mia figlia che l’internet non è un gioco ,l’internet  è come una grande biblioteca e tramite il motore di ricerca Google può trovare informazioni per tutte le cose che a scuola lo incuriosiscono . La priorità è lo studio a scuola , navigare in internet si fa solo quando serve , non per perdere del tempo .  Penso che i bambini possono cominciare a realizzare fotografie dopo che hanno finito le scuole elementari , intorno ai dieci anni . Anche se per iscriversi a Facebook serve avere tredici anni , penso che per le fotografie è diverso . Mi ricordo che mia figlia quando aveva dieci anni ed era in vacanza al mare a Rimini , ha realizzato durante la vacanza delle foto bellissime con lo smartphone e ho guardato gli oggetti che aveva fotografato . Aveva fotografato le giostre , suo padre , un gatto , il mare . A distanza di due anni che ho visto le sue foto ho notato che non aveva fatto nessun selfie anche se è capace a farlo , non aveva fotografato il cibo che mangiava in albergo , non aveva fotografato cose a caso , ma solo i suoi ricordi più belli .

 

Fotografie e testo di © Violeta Dyli Copyright 

PS: Consiglio di cliccare le foto per vederle in formato grande.

 

 

 

É quasi primavera

 

Mancano pochi giorni al 21 Marzo . Oggi ho realizzato questi scatti primaverili . Sono stata un po’ assente dal blog , ma non sono morta . É che scrivo tutti i giorni e scatto sempre foto di strada.

IMG_1568

Quando non trovate nuovi post qui , se siete curiosi venite a trovarmi nel mio altro blog qui . Ho tantissime fotografie di strada della mia vita in Italia . Le conservo nel mio archivio . Ieri ho mandato in stampa 59 foto . Uso la macchina fotografica digitale della Canon e ogni mese stampo un piccola quantità di foto .

IMG_1531

La mia casa è di dimensioni normali per una famiglia  e solo in disimpegno ho appeso una foto che ho fato a mia figlia tanti anni fa con una macchina fotografica compatta . La primavera è la mia stagione preferita . Amo i colori , il profumo dei fiori , i prati verdi di marzo .

IMG_1575

Non tutte le foto street  che realizzo le posso pubblicare perché quando si è in strada è come essere al teatro. Vedo gli attori che recitano il film della loro vita sempre di corsa e con gli occhi verso smartphone anziché a guardare intorno . A volte mi chiedo che senso ha  fare tante foto street che poi le vedo solo io ? Per me la fotografia di strada è una missione della mia vita terrena . Documentare attraverso la fotografia la  realtà non è semplice .

IMG_1549

Abito in città e per fare le foto della natura prendo la bici oppure l’auto e mi sposto in periferia . Oggi mentre scattavo le foto ai fiori che erano all’interno di un giardino privato , la padrona di casa mi aveva visto e mi ha chiesto perché fotografavo i fiori del suo albero . Le ho detto che sono fotografa di strada . Mi ha invitato di entrare nel suo giardino e mi ha mostrato tutto le sue piante . Era così gentile che voleva pure offrirmi un caffè . Dopo un po’ di chiacchiere mi ha raccontato che all’inizio quando mi ha visto che osservavo i suoi fiori  pensava che io fossi un addetto della guardia di finanza che fotografava la sua villa . Mi sono sentita un po’ in imbarazzo .Le ho fatto vedere le foto che ho fatto ai suoi fiori e con l’aria sorridente mi ha detto che le mie foto sembrano delle cartoline .

IMG_1543

Un fotografo di strada è sempre visto con sospetto da tutti . A volte veniamo scambiati per investigatori privati , a volte per giornalisti , a volte per paparazzi e rischiamo di essere fraintesi . Una cosa ho capito oggi , che non ho la faccia da delinquente , altrimenti la signora che ho conosciuto me lo avrebbe detto .

 

Fotografie di © Violeta Dyli  2016

 

 

 

 

Stampare le foto è importante nell’era del digitale

Io realizzo tante foto e  conservo sempre i dispositivi di memoria della macchina fotografica digitale. Questi giorni per la prima volta ho fatto stampare solo dieci foto .É da circa tre anni che non stampo le foto. Ho deciso che d’ora in poi stamperò ogni mese almeno una  decina di foto street .

IMG_9693

Siamo abituati a scattare tante foto con cellulare e poi dopo un po , se si esaurisce la memoria e secondo me le foto che ci piacciono di più bisogna stamparle prima che il telefonino si rompa, smarrisce eccetera .

IMG_9712

Ho tantissimi dispostivi di memoria con foto street che ho realizzato negli ultimi due anni .Prima scattavo foto con una macchina fotografica compatta e le stampavo sempre .Da quando ho la macchina reflex ho l’archivio pieno. Devo ordinare tutto le schede di memoria  .Stampare una grande quantità di foto è costoso. Di solito quando ci sono le offerte si possono stampare una grande quantità di foto  al costo di 0,10 centesimo per ogni  copia .

IMG_9691

Con le foto si possono realizzare book fotografici , calendari e altre cose personalizzate.Io anni fa mi sono fatta stampare una foto di mia figlia nella sua tazzina di caffè latte e un cuscino .In internet ci sono tanti siti di professionisti con ottime offerte per la stampa delle foto. Penso che con la tecnologia rischiamo di conservare i nostri ricordi come le foto nei vari social e poi se una mattina ci svegliassimo e perdessimo la password di accesso tutto andrebbe perso . Ho scritto un esempio banale , ma io penso che carta canta sempre , quindi ricordarsi sempre ogni tanto di stampare le foto che abbiamo nel computer o telefonino .

IMG_9701

Noi fotografi amatoriali facciamo un sacco di foto a tutti , ma chissà perché non facciamo qualche volta qualche autoscatto in più a noi stessi. Ho pochissime foto di me stessa e di solito è mio marito che qualche volta mi scatta una foto pure me.

 

Testo e fotografie di © Violeta Dyli