Archivi tag: crescita

Pasquetta al cinema con Baby Boss

 

Ciao amici e amiche del mio blog . Avete trascorso una bella Pasquetta ieri ? Intanto vi racconto cosa ho fatto ieri .

Le vacanze di Pasqua per i bambini sono un momento per caricare le pile visto che siamo quasi arrivati alla fine della scuola . La stanchezza si fa sentire . Per questo ieri ho portato mia figlia di 13 anni insieme alla piccola che ne ha 6 al cinema. Siamo uscite di casa con l’intento di vedere il film Puffi 3 .

Invece quando siamo arrivate al multisala Lucrezia ha cambiato idea , appena ha visto il poster del film Baby Boss . Mi ha detto che voleva vedere quello e così anche Laura ha optato per il Baby Boss . Così con mio marito ci siamo messi in fila per l’acquisto dei biglietti . Tante persone come noi avevano deciso di trascorrere il pomeriggio di Pasquetta al cinema .

Il multisala si trova all’interno di un centro commerciale e visto che eravamo in anticipo di circa 30 minuti abbiamo fatto una passeggiata a vedere le vetrine dei negozi . Mia figlia che è  adolescente e appena vede qualcosa che le piace , mi supplica di accompagnarla per entrare nel negozio . Così mi tocca vederla mentre  prova e sceglie vestiti che sono orrendi per i miei gusti . Le ragazze di adesso si vestono con jeans e magliette strappati .

Mia figlia veste abiti di TALLY WEiJL , H&M e Terranova . Questo mese abbiamo ricevuto dei buoni sconto . Ieri abbiamo usato il buono sconto di 10 Euro di Terranova e mia figlia ha voluto un paio di pantaloncini corti di colore bianco . Questa volta ha scelto qualcosa di normale con delle cuciture e senza strappi .

Il tempo ieri era iniziato con le nuvole , poi da metà giornata in poi era una bella giornata primaverile . Le uova sode le abbiamo finite ieri sera a cena . Nell’uovo della Lindt abbiamo trovato un portachiavi a forma di cuore . Questo portachiavi è diventato di mia figlia adolescente .

Al mattino nella  cesta della frutta ho notato che una banana aveva una apertura strana . L’ho fotografata per farla vedere a voi visitatori del mio blog . Non mi è mai capitato di vedere una banana conciata così .

Torniamo al film . Le impressioni che mi ha lasciato questo film sono buone . Non vi racconto la trama perché così perdete la curiosità di vederlo . Vi dico solo che il protagonista di questo film è un bambino che si chiama Tim che sta per avere un fratellino . Con la sua fantasia riesce a fantasticare in modo originale questo cambiamento che entrerà nella sua vita, attraverso le avventure che lui supera in modo spericolato . Consiglio la visione di questo film a tutte le coppie che hanno un figlio/a e sono in attesa del secondo . Portate i vostri cuccioli  a vederlo perché dopo aver visto Baby Boss affronteranno l’arrivo della sorella o fratello in  modo meno traumatico . Il primo figlio finché è unico riceve tutte le attenzioni dei genitori , invece con l’arrivo del secondo figlio i genitori devono continuare a farlo sentire unico come prima , senza trascurare anche il figlio più piccolo . Per me ogni figlio rimane unico nel cuore dei propri genitori .

Baby Boss , non è film solo per i piccoli , ma anche per noi genitori . Tratta un argomento che tocca le problematiche delle famiglie che per scelta o altri motivi  hanno solo un figlio e avere un secondo figlio   è diventato un lusso per pochi. A volte le persone preferiscono sostituire il desiderio materno o paterno con un cucciolo di cane o gatto anziché che procreare qualcosa . Ho messo al mondo due figli e per me è l’esperienza più bella che la vita mi ha offerto . La crescita di uno o più  figli è l’unico  impegno rimasto ancora a  tempo indeterminato , visto che il lavoro e i sentimenti sono diventati precari .  Nella pausa del primo tempo , le mie figlie hanno voluto i pop corn e la coca cola nel bicchiere personalizzato con Baby Boss .

Ps . Fotografie e opinione di Violeta Dyli Copyright .

 

 

A che età i bambini possono iniziare a scattare foto ?

 

Faccio sempre fotografie in strada , ma la cosa più complicata è fotografare le mie figlie. Loro non stanno mai ferme . Tutte le foto che ho fatto a loro sono buffe. Cerco di fotografarle di nascosto , però mi beccano sempre . Mia figlia più piccola mi sembra interessata della fotografia anche se lei mi ha detto che da grande vuole fare la principessa . L’anno scorso che aveva quattro anni diceva che voleva fare la cuoca . Cambia idea ogni anno . Intanto è importante che lei si diverta a fare quello che le piace.

 

IMG_1719

Oggi vorrei parlare di un argomento che è nato ieri. Ero al parco giochi con mia figlia di cinque anni. Lei è abituata a vedermi sempre con macchina fotografica appesa al collo e tante volte è vicino a me mentre scatto fotografie . Ieri ho fotografato le margherite sui prati .Lei subito dopo mi chiedeva di osservare il display della macchina fotografica per vedere l’anteprima delle foto . Mia figlia è  curiosa e le ho detto che quando sarà più grande le regalerò una macchina fotografica così anche lei può fotografare le margherite.

IMG_1725

Poi siamo andate dal fotografo del paese a ritirare un po’ di foto che avevo deciso di stampare . Siamo uscite dal negozio e ci siamo sedute insieme in una panchina e vedere le foto appena stampate . Mia figlia mentre osservava le foto , ha riconosciuto se stessa , sua sorella , e i suoi compagni della scuola materna che avevo fotografato in una festa di compleanno . Mi ha detto che è bello vedere le foto che fa la mamma . Con un sorriso le ho detto che anche lei quando sarà un po più grande potrà fotografare tutte le cose che vuole conservare come ricordo .

 

IMG_1728

Viviamo in piena rivoluzione tecnologica e quasi tutti hanno lo smartphone . Mia figlia più grande che ha quasi dodici anni ha il suo smartphone , ma io la controllo sempre cosa fà con esso sempre alla sua insaputa altrimenti so già che si arrabbierebbe con me .Con il tempo anche se all’inizio non ero così convinta se fosse giusto che lei avesse uno smartphone  tutto suo perchè usava sempre il mio smartphone , mi sono resa conto che è una bambina  matura e lo usa in modo corretto . Guarda con esso i video su YouTube dei sui film preferiti , ascolta le sue canzoni preferite ,scrive su Whatssapp a sua nonna , quando vede dei gatti oppure  fiori li fotografa sempre . A scuola non lo porta mai perché è proibito e mi sembra giusto . Lo usa solo quando ha finito di fare i compiti . I bambini di oggi che crescono in presenza di smartphone , secondo me saranno più maturi dei genitori . Ho spiegato a mia figlia che l’internet non è un gioco ,l’internet  è come una grande biblioteca e tramite il motore di ricerca Google può trovare informazioni per tutte le cose che a scuola lo incuriosiscono . La priorità è lo studio a scuola , navigare in internet si fa solo quando serve , non per perdere del tempo .  Penso che i bambini possono cominciare a realizzare fotografie dopo che hanno finito le scuole elementari , intorno ai dieci anni . Anche se per iscriversi a Facebook serve avere tredici anni , penso che per le fotografie è diverso . Mi ricordo che mia figlia quando aveva dieci anni ed era in vacanza al mare a Rimini , ha realizzato durante la vacanza delle foto bellissime con lo smartphone e ho guardato gli oggetti che aveva fotografato . Aveva fotografato le giostre , suo padre , un gatto , il mare . A distanza di due anni che ho visto le sue foto ho notato che non aveva fatto nessun selfie anche se è capace a farlo , non aveva fotografato il cibo che mangiava in albergo , non aveva fotografato cose a caso , ma solo i suoi ricordi più belli .

 

Fotografie e testo di © Violeta Dyli Copyright 

PS: Consiglio di cliccare le foto per vederle in formato grande.